Home News
News

04

Mar

2010

Mannheimer: 1 su 4 si vergogna dell'Italia (Ansa)
Un italiano su 4 si vergogna dell'Italia - Emerge da un sondaggio realizzato dall'Ispo di Mannheimer
ANSA - 04 marzo, 14:12
 MILANO - Un cittadino su quattro si vergogna di far parte dell'Italia e il 50% ha un motivo per essere imbarazzato del suo paese: è quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'Ispo di Renato Mannheimer in occasione della rassegna 'La storia in piazza' che si terrà a Genova dal 15 al 18 aprile. Dal campione di 800 intervistati "molto rappresentativo" della popolazione italiana, si nota che "il sentimento di identità nazionale è diffuso ma moderato", come spiega Mannheimer dato che alla domanda su quale sia la dimensione territoriale ai cui si sente di appartenere di più, il 46% ha risposto lo stato, il 26% il comune e il 13% l'Europa. Nel complesso il senso di appartenenza all'Italia è in lieve calo rispetto al 2004. In particolare, il 69% degli intervistati ha spiegato che, quando pensa allo Stato italiano, gli viene "un sentimento di orgoglio e di appartenenza", mentre il 33% ha detto di sentirlo "come una cosa lontana che non lo riguarda". E fra questi ultimi, il 25% ha aggiunto di "vergognarsi di farne parte". Un italiano su due ha poi citato un aspetto per cui è imbarazzato del suo paese, con in testa i politici e la mentalità.
Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Marzo 2010 15:53
 

04

Mar

2010

Un commento di Guido Martinotti (4 marzo 2010)
Questi qui oltre che corrotti (Unti dal Signore, con grasso di maiale) sono anche inetti e prepotenti. Vorrei sapere cosa urlerebbero se il Milan  in una partita di fine campionato ricevesse un pallone in porta dopo la fine della partita. Ma se l’esempio sembra frivolo, ricordiamo che la presidenza della maggiore tra le  più antiche democrazie occidentale, si è giocata su una manciata di voti contestati, con un voto solo di maggioranza alla Corte Suprema da parte di un giudice chiaramente targato, e nessuno si è permesso di minacciare azioni squadristiche come sanno fare solo i fascisti. Il generale MacArthur , che a differenza di La Russa le guerre le ha fatte davvero e non si è limitato a picchiare la gente per strada, per aver detto molto meno di quello che abbiamo sentito dal ministro della difesa, è stato licenziato sui due piedi da Truman. Un ministro che ha giurato sulla costituzione che dichiarasse in un paese normale quel che ha detto La Russa (salvo poi ritrattare, perché questi non riconoscono la propria parola neppure se la risentono) sarebbe immediatamente impeached per alto tradimento. A me va anche bene, ho appena pubblicato un saggio “Gli italiani sono fascisti ma (forse) non lo sanno” e mi hanno detto che ero troppo pessimista. Adesso si vede.  Comunque three cheers per i radicali che alle regole ci credono attivamente.
PS Puoi spiegare ai maggiori quotidiani che la Corte d’Appello non c’entra? (vedi anche l’editoriale del Corriere di oggi)La commissione elettorale è PRESSO la corte d’Appello ma è un organo amministrativo, NON E’ la Corte d’appello, altrimenti non si potrebbe ricorrere al TAR. Lo sanno anche gli studenti di primo anno. Ma questi sono ignoranti come capre e non stupisce che con questi livelli di dilettantesimo in paludati commentatori poi finisca che chi porta le liste pensi “firma più firma meno, minuto più minuto meno, Corte d’appello o Commissione presso la Corte d’appello, massì, piccolezze che vuoi mai
Guido Martinotti, Milano 4 marzo 2010
 
Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Marzo 2010 19:18
 

26

Feb

2010

Venerdi 26 febbraio ore 18 Melbookstore Roma
SPAZIO PRESENTAZIONI LIBRERIA MELBOOKS
ROMA - VIA NAZIONALE 254
VENERDI' 26 FEBBRAIO 2010 -  ORE 18
PRESENTAZIONE
LE NOSTRE STORIE SONO I NOSTRI ORTI/MA ANCHE I NOSTRI GHETTI”  (BOMPIANI)
di MARCO PANNELLA con STEFANO ROLANDO 
Con MARCO PANNELLA e STEFANO ROLANDO
discutono
STEFANO FOLLI (IlSole24Ore)  e LUIGI CRESPI (Il Clandestino) 
 Partecipa ALBERTO ABRUZZESE
Modera il dibattito EMILIO TARGIA (Radio Radicale)
 

23

Feb

2010

Online il sito della Società Pannunzio per la libertà di informazione
È ONLINE IL NUOVO SITO DELLA
SOCIETÀ PANNUNZIO per la libertà d’informazione
www.societapannunzio.eu 
LA NOTIZIA DEL GIORNO
PERCHÉ ABBIAMO DENUNCIATO VITTORIO FELTRI
ALL’ORDINE DEI GIORNALISTI DI MILANO
tutta la documentazione
Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Marzo 2010 17:25
Leggi tutto...
 

16

Feb

2010

Aperto il corso in IULM su Politiche Pubbliche per le Comunicazioni
Aperto il corso di Politiche pubbliche per le comunicazioni all’Università IULM.
Con le lezioni tenute dal prof. Stefano Rolando conferenze e testimonianze di politici, manager, studiosi e operatori istituzionali e professionali. L’attuale vice-ministro Paolo Romani ha tenuto la prolusione il 25 gennaio. L’ex-ministro del settore Paolo Gentiloni verrà il 19 aprile. Conferenza del presidente del Consiglio superiore delle Comunicazioni Enzo Cheli il 12 aprile.
Leggi tutto...
 

08

Feb

2010

TG1 e Tg2 cancellano la notizia della morte di Giolitti (8 febbraio)
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=416:tg1-e-tg2-dell8-febbraio-cancellata-la-notizia-della-morte-di-antonio-giolitti&catid=39:testi&Itemid=63

Renato Mannheimer, Andrea Camanzi, Daniele Comboni, Patrizia Nitti, Mario Ricciardi, Riccarda Zezza, Emilio Targia, Roberto Basso,Giovanni Scirocco mi hanno scritto – in forme diverse – tra le 22 e le 23.30 di oggi 8 febbraio per concordare con la lettera di indignazione.
Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Febbraio 2010 22:52
 

04

Feb

2010

Presentata a Roma la rivista Libertà Civili
(Ag-FUI 4 febbraio) - Giuseppe Sangiorgi ha dato la parola prima al costituzionalista Enzo Cheli e al sociologo Giuseppe De Rita per spiegare il senso di una rivista  (Libertà civili, bimestrale, 174 pagg, 12 €, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) che il Ministero dell'Interno ha promosso non come "house organ" (la pubblicazione è edita da FrancoAngeli) in materia di immigrazione. Poi sono entrati nel merito delle connesse politiche pubbliche del settore i ministri del Lavoro Maurizio Sacconi e dell'Interno Roberto Maroni. Sala della Biblioteca Spadolini alla Minerva pienissima. Nel fascicolo molte firme: Zygmunt Bauman, Antonio Golini, Mario Giro, Enzo Cheli, Gian Carlo Blangiardo, i ministri Gelmini e Maroni, Stefano Rolando, Gianni Amelio. E altri. La regia istituzionale è del prefetto Mario Morcone: "offrire un luogo di dibattito aperto".
L'articolo di Stefano Rolando al seguente link
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=410:migrazioni-terreno-di-complementarita-per-media-e-comunicazione-pubblica-per-qliberta-civiliq&catid=39:testi&Itemid=63
Ultimo aggiornamento Venerdì 05 Febbraio 2010 21:50
 

25

Gen

2010

Paolo Romani (ViceMinistro Comunicazioni) apre Master Comunicazione Pubblica IULM
Comunicato Stampa
 
Google deve pagare i diritti d’autore
Paolo Romani – intervenendo all’apertura del Master di Comunicazione pubblica all’Università IULM di Milano - promette una trattativa serrata contro le violazioni di YouTube.
 
Milano, lunedì 25 gennaio 2010 – Durante l’inaugurazione del Master Maspi (in Management della Comunicazione Sociale, Politica e Istituzionale) dell’Università IULM, diretto dal prof. Stefano Rolando e giunto alla ottava edizione, Paolo Romani – vice ministro allo Sviluppo economico con delega alle Comunicazioni – ha espresso la volontà di perseguire una battaglia nei confronti di Google perché rispetti le norme relative ai diritti d’autore. Utilizzare il materiale altrui per realizzare profitti attraverso internet non è infatti, secondo il viceministro, una pratica in linea con le leggi italiane.
Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Gennaio 2010 22:12
Leggi tutto...
 

22

Gen

2010

Paolo Romani ViceMinistro Comunicazioni in IULM 25 gennaio
Lunedi 25 gennaio 2010 alle ore 10.30 presso l'Aula Seminari dell'Università IULM a Milano il Rettore prof. Giovanni Puglisi introduce il Vice-Ministro per le Comunicazioni on. Paolo Romani all'evento di apertura della ottava edizione del Master MASPI-IULM, occasione anche per la consegna dei diplomi ai partecipanti alla settima edizione.
Nel corso dell'incontro il prof. Stefano Rolando (direttore scientifico del Master) presenterà anche il corso di Politiche pubbliche per le comunicazioni (terzo anno) e l'omonimo manuale appena pubblicato da Etas. Partecipa l'on. Maria Luisa Sangiorgio, presidente del Corecom-Lombardia.
 

19

Gen

2010

Venezia 18 e 19 gennaio seduta dello Scientific Council dell'Unesco-Bresce
Seduta presso Palazzo Zorzi a Venezia dello Scientific Council UNESCO-Bresce per varare la programmazione 2010 e le linee di indirizzo biennali. Eletto presidente della seduta il direttore di Icrrom-Unesco Mounir Bouchenaki.
La sintesi dell'intervento di Stefano Rolando nella seduta del Consiglio del 18 gennaio al link
http://www.stefanorolando.it/index.php?option=com_content&view=article&id=347:quale-modello-per-le-attivita-della-sede-unesco-bresce&catid=39:testi&Itemid=63
 

09

Gen

2010

Comitato dei Radicali a Roma
8 gennaio. Stefano Rolando partecipa, su invito di Marco Pannella e Emma Bonino, all'assemblea del Comitato dei Radicali a Roma.
link su Sergio Ravelli
h. 18:28
 
Ultimo aggiornamento Domenica 10 Gennaio 2010 00:18
 

08

Dic

2009

Padova, iniziative a dicembre su identità culturale e politica Romania

Dal 5 al 21 dicembre per iniziativa dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova (coordinata dal consigliere comunale Nona Evghenie, prima romena eletta nelle istituzioni italiane), con la collaborazione dell'Associazione "Columna" (comunità romena di Padova), dell'Università di Padova, dell'Osservatorio ITRO presso Fondazione IULM di Milano, del Museo nazionale militare della Romania, del Museo re Ferdinando I di Bucarest, dell'Istituto romeno di cultura e ricerca umanistica di Venezia, si svolge nel nuovo Centro culturale culturale Altinate-San Gaetano di Padova un programma di eventi che parte dalla rievocazione del 20° anniversario della "rivoluzione romena" e della caduta del regime di Ceausescu toccando varie questioni dell'identità culturale e politica della Romania e della relazioni tra Italia e Romania.
La tavola rotonda di "apertura" il 7 dicembre, introdotta da Nona Evghenie, con Stefano Rolando (Osservatorio ITRO presso Fondazione IULM), dal Console generale romeno per il Triveneto RaduDobre e da Livio Zanolini (Associaziuone europea amicizia Italia Romania). Nel Centro culturale fino al 6 gennaio la Mostra fotografica sul 20° anniversario.
Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Dicembre 2009 08:36
 

05

Dic

2009

In Internet il libro di Marco Pannella e Stefano Rolando scontato del 15%
A questo indirizzo si può chiedere il libro scontato del 15%
Marco Pannella - Stefano Rolando
Le nostre storie sono i nostri orti (ma anche i nostri ghetti)
Ultimo aggiornamento Sabato 05 Dicembre 2009 17:14
Leggi tutto...
 

30

Nov

2009

Dettagli
 
I dettagli tornano poi in mente e fanno mettere a fuoco le prime impressioni. Il trattamento serio e in buona sostanza rispettoso dell’articolo di Elsa Muschella sul Corriere di sabato 28 novembre mi ha fatto propendere lì per lì per un’accoglienza piuttosto soddisfatta. Ho scritto un sms a Marco dicendogli se ammetteva di aver perso la scommessa (con me) a proposito del Corriere (gruppo RCS, come Bompiani). Avevo ipotizzato che il giornale avrebbe sostenuto il lancio del libro. Lui aveva storto il naso.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Dicembre 2009 08:22
Leggi tutto...
 

28

Nov

2009

I media sul libro con Marco Pannella. Prime reazioni
Milano, sabato 28 novembre 2009. Stefano Rolando al sito di una associazione radicale di Milano: " Da due giorni il libro con Marco Pannella Le nostre storie sono i nostri orti...è nelle librerie in tutta Italia e si segnalano le prime attenzioni dei media. Ieri Il Giornale ha aperto la pagina "Interni" con un pezzo a cinque colonne di Vittorio Macioce "Pannella, 80 anni da rompiscatole", oggi il Corriere della Sera dedica una (un po' più reticente) colonna in "Primo Piano" (pagina della politica) di Elsa Muschella al libro. In entrambi i casi si tratta di pezzi analitici, seri, che intercettano bene la sostanza e il senso del libro rispettando la proposta di comunicazione della politica che esso intende svolgere".
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 Succ. > Fine >>

Pagina 15 di 19